Savannah e Atlanta, il Sud ma non quello geografico


Al nostro ingresso in Texas pensavamo di esser entrati dal Sud degli Stati Uniti, invece eravamo semplicemente entrati in Texas..

Guidare verso Sud da Washington DC è abbastanza noioso e monotono, a tratti mi ricorda i paesaggi infiniti di pini e laghetti della Svezia e tratti ricorda il nulla di strade dritte del Messico. Con la tecnica di soste brevi ma frequenti, mangiando poco ma spesso per non addormentarsi (cosa che viene facile da un lato in America in quanto ovunque c’è cibo ma difficile dall’altro lato perché di solito è cibo unto e fritto), arriviamo a destinazione poco dopo l’imbrunire a Savannah.

Siamo accolti da un CouchSurfer hippy di una sessantina d’anni che vive in una casa gigantesca su due piani da solo. Ci accomoda in una stanza privata, con lenzuola pulite ad asciugamani come se fossimo in un albergo. Come benvenuto ci prepara una grigliata accompagnata da abbondante vino rosso. IMG_1412Scopriamo che ha girato una buona parte di mondo, visitando l’Italia in lungo e in largo per poi andare fino in India in autostop. Ha vissuto qualche anno in Germania con moglie e figli ed infine si è rintanato in questa tranquilla città a fare il designer di case.
Gli spazi della sua magione sono enormi, ci sono tre saloni con diverso carattere, due stanze per gli ospiti al piano terra e un mondo al piano superiore che non ci è dato conoscere. La cucina è immensa, fatta in marmo nero e molto minimalista, minimalista a tal punto che non ha nulla di esposto o appoggiato sui piani di lavoro e qualsiasi cosa si utilizzi va subito lavata, asciugata e messa a posto; subito. Insieme a noi è ospite un ragazzo tedesco, alle prime esperienze di CS, che ci porteremo come passeggero fino ad Atlanta.

IMG_1442  IMG_1446Savannah è una bellissima cittadina costiera, uno degli insediamenti più antichi d’America. Le case venivano originariamente costruite utilizzando gusci di ostriche, sabbia ed acqua, composto talmente resistente da sopravvivere agli anni e anche alle cannonate. L’economia della regione si basa principalmente sulla coltivazione delle pesche. La città è una delle prime colonie britanniche su suolo americano ed è stata la prima capitale dello stato della Georgia. Il centro storico è pieno di stupende piazze quadrate con giardino i cui enormi alberi centenari oscurano il cielo. La pianta della città è naturalmente quadrata e le case sono a tratti imponenti ville e a tratti casette tutte uguali, piccoline, nello stile inglese. IMG_1424Nel parco principale della città notiamo tantissimi ragazzi che giocano a qualsiasi sport, anche uno stranissimo che consiste nel far rimbalzare e schiacciare una pallina su un piccolo tappeto elastico, del quale non capiamo bene le regole.

IMG_1431

Dicevamo che finalmente abbiamo raggiunto il Sud, ma non quello geografico. Infatti l’area che comprende la Georgia e si estende poi fino alla Luisiana è universalmente conosciuta come il Sud, contrariamente a quello che direbbe una mappa trovando il Texas, New Mexico, Arizona ad una latitudine inferiore. IMG_1384Questi ultimi stati sono il sud, mentre Georgia, Tennessee, Louisiana, Mississippi sono IL Sud, quello della deportazione di schiavi neri, della guerra civile, delle piantagioni, della lotta per l’eguaglianza tra neri e bianchi, di Martin Luther King. Visitiamo ad Atlanta un parco nazionale dedicato interamente a lui, che comprende la sua tomba, la sua casa natale ed un museo multimediale con la sua storia, il suo messaggio e tante testimonianze scritte e video.

Ad Atlanta ci arriviamo in macchina in poche ore di viaggio (ancora in mezzo al nulla). Siamo ospitati da una coppia spumeggiante di calciatori, lui informatico e lei ingegnere strutturale della Delta Airlines.

  IMG_20160112_101147 IMG_20160112_101320Come ci avevano anticipato i nostri CouchSurfer di San Francisco ad Atlanta non c’è praticamente nulla, tranne la CNN e la CocaCola e le olimpiadi del 1996 (che però c’erano nel ’96.. quindi rimane solo la CNN e la CocaCola). Dovendo scegliere cosa visitare, visto che il prezzo d’ingresso standard sono 15 dollari, scegliamo di visitare la CNN e di guardare solo lo shop del museo CocaCola.
La CNN è immensa, si sviluppa all’interno di un edificio enorme costruito originariamente per ospitare il primo parco di divertimenti al coperto. Vi sono studi di registrazione polimorfici, che nello spazio di 200mq hanno almeno 5 ambientazioni diverse.IMG_1514Il tour spiega tutto il processo di formazione della notizia dalla raccolta alla diffusione e mi ha lasciato con l’amaro della consapevolezza che li dentro persone decidono, secondo schemi poco chiari e sicuramente non pubblicizzabili, cosa far sapere al mondo e cosa no.

IMG_1475

IMG_20160111_170317 Dal punto di vista architettonico la città di Atlanta mi è piaciuta, non è paragonabile alle grandi metropoli del nord, ma ha il suo fascino di edifici alti dallo stile tendente al neoclassico misto a vetrate per riflettere tutto quello che vi è attorno e grattacieli ‘a gradoni’ come quelli che mi erano piaciuti tanto a Philadelphia (nello stile dell’empire state building). IMG_1543Visitiamo anche il campidoglio locale, nel quale è possibile girovagare liberamente e visitare le varie aule che ospitano il parlamento della Georgia e le teche museo nei vari piani sulla storia dello stato e della sua politica.

 IMG_1553

Tell me what do you think..